Scuola Calcio Frosinone

L'Accademia dei leoni

MISTER PENNA: “UN TORNEO DI ALTA QUALITA’ E NOI STIAMO IMPARANDO DAI PIU’ BRAVI”

Il “Ravenna Top Cup” è entrato ormai nel vivo, già quest’oggi terminerà la fase a gironi ed a partire da domani sarà il turno della fase eliminatoria a decretare quali sono le migliori squadre in competizione. I nostri ragazzi stanno disputando con grande entusiasmo le gare del girone H del torneo, un girone tutt’altro che semplice considerata la presenta di squadre di grande blasone come Sampdoria e i francesi dell’ Olimpique Marsiglia. Dopo le prime tre gare è mister Maurizio Penna a fare il punto della situazione sul percorso dei suoi ragazzi.

“Stiamo crescendo giocando con i più grandi…”

Mister, come sta andando il torneo? 

“È un torneo complicato inutile negarlo. Ci sono tante squadre di altissimo livello che stanno facendo davvero bene. Tutti i gruppi che abbiamo incontrato fino ad ora sono composti da ragazzi 2005 e addirittura qualche 2004 e noi ci stiamo dando da fare.”

Come stanno andando i nostri ragazzi sul piano del gioco?

“I ragazzi, ricordiamo, sono tutti 2006 e quindi è normale che stanno accusando un pochino sul piano fisico il confronto con gli avversari. Nella gara d’esordio abbiamo pareggiato 1-1 con l’Ostia Mare disputando una buona partita, meritando forse anche qualcosina in più. Ieri mattina abbiamo incontrato l’Olimpique Marsiglia con i quali abbiamo disputato un ottimo primo tempo salvo poi calare fisicamente nel secondo e dunque concedere loro una vittoria comoda (7-0 ndr). Ieri pomeriggio invece sul piano del gioco i ragazzi si sono espressi bene. La sconfitta per 3-2 contro i padroni di casa del Ravenna ci lascia delusi ma io sono davvero soddisfatto delle tante note positive.”

Ci sono ampi margini di miglioramento dunque?

“Assolutamente si. Partita dopo partita stiamo migliorando e stiamo prendendo consapevolezza dei nostri mezzi. I ragazzi fino allo scorso anno giocavano a 9, ora si ritrovano catapultati a giocare ad 11 e va da sè che alcuni automatismi vanno curati. Inoltre, va anche detto che prima di esordire nel torneo avevamo effettuato appena 2 settimane di allenamento e dunque in confronto ai nostri avversari, già più grandi d’età, sul piano fisico stiamo ulteriormente indietro. Giocare sotto età è una bella sfida, è difficile, ma sono sicuro che questa esperienza, in futuro, porterà i suoi frutti. Noi stiamo crescendo e con il passare del tempo miglioreremo.”

Un torneo altamente competitivo che i ragazzi ricorderanno a lungo vista l’esperienza che stanno maturando. Al Presidente, al tecnico, ai dirigenti e a tutti i ragazzi auguriamo un grande in bocca al lupo per le gare odierne contro Levante Azzurro bari e Sampdoria.

 

Leave a Reply